E’ in vigore il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020  le cui disposizioni “producono effetto dalla data di adozione del medesimo e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020”.

Per quanto di interesse delle Istituzioni scolastiche:

  • “sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”;
  • fino al 15 marzo 2020, sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia (…) e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche”;
  • “sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado”;
  • la riammissione nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva, di durata superiore a cinque giorni, avviene dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti;
  • “i dirigenti scolastici attivano, per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità”.

Rispetto a quest’ultimo punto studenti e famiglie stanno ricevendo via mail una comunicazione con tutte le indicazione sulle modalità stabilite per garantire il proseguimento dell’attività didattica durante il periodo di sospensione della frequenza scolastica che, ad oggi, è stabilito al 15 marzo.

Grazie.