L’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ,firmato in data odierna, prolunga, per la provincia di Pesaro Urbino, la sospensione delle attività didattiche in presenza fino al 3 aprile 2020.

Restano confermate, per tutta la durata della sospensione, modalità di didattica a distanza, di cui avete già ricevuto indicazioni sulla mail personale. A tal proposito si invitano studenti e famiglie a consultare ogni giorno il registro elettronico.  Il periodo che stiamo vivendo non è una vacanza: l’attività didattica prosegue  richiedendo il medesimo impegno di tutti, forse anche di più. La scuola si sta impegnando nell’affinare le proprie proposte utilizzando tutti i mezzi a propria disposizione.

Si richiama alla serietà e ai doveri di cittadino nel rispetto delle disposizioni impartite a livello governativo; la sola sospensione della frequenza scolastica non può produrre benefici nel contenimento del contagio se non accompagnata dalle precauzioni contenute nel testo normativo. In particolare per la nostra Provincia:

  • evitare uscite e spostamenti, limitandoli allo stretto necessario;
  • evitare le situazioni con assembramenti di persone e comunque rispettare sempre una distanza interpersonale di almeno un metro.
  • contattare il proprio medico curante/pediatra in caso di sintomi influenzali, senza uscire di casa (non recarsi nello studio medico né al Pronto Soccorso).

E’ estremamente importante  fare attenzione alle seguenti misure igienico- sanitarie:

a) lavarsi spesso le mani.
b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
c) evitare abbracci e strette di mano;
d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
f) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

Si ricorda che il numero telefonico di riferimento a livello nazionale, istituito dal Ministero della salute, è il 1500. La chiamata è gratuita da telefoni fissi e cellulari, e la linea è attiva tutti i giorni dalle 8 alle 20. Oltre al 1500, in caso di sintomi, è opportuno chiamare il 112. Nelle Marche è stato attivato il numero verde 800 936 677.

DPCM_8marzo_2020